fbpx

L’indice di Pearl e la sicurezza dei contraccettivi

Normalmente si ricorre all’indice di Pearl per valutare la sicurezza o meglio l’efficacia dei diversi mezzi contraccettivi. Ma cosa ci dice questo indice, come si calcola? I suoi calcoli sono davvero così affidabili? Risponderemo alle principali domande sul tema “Indice di Pearl”.

Cos’è l’indice di Pearl?

L’indice di Pearl cerca di indicare la sicurezza di un mezzo contraccettivo. Analizza tutti i dati di un determinato mezzo contraccettivo così da poter mostrare quante utenti su 100 sono rimaste incinte nonostante l’utilizzo dell’anticoncezionale.

Un indice di Pearl pari a 2 ci dice che due donne su 100 sono rimaste incinte nonostante abbiano utilizzato un determinato mezzo contraccettivo. Si dice anche “tasso di fallimento” del 2%.

L’indice di Pearl è il risultato della sicurezza del metodo e della sicurezza dell’uso. La sicurezza del metodo indica quante gravidanze risultano nonostante il regolare e corretto utilizzo del mezzo contraccettivo. La sicurezza dell’uso si basa di più sulla pratica, invece, e indica quante donne restano incinte involontariamente, tenendo conto degli errori in cui si può incorrere nella vita di tutti i giorni. Se i valori della sicurezza del metodo e della sicurezza dell’uso sono vicini, allora si parla di sicurezza generale del mezzo contraccettivo.

pearl index verhuetungsmittel - L’indice di Pearl e la sicurezza dei contraccettivi
taschenrechner - L’indice di Pearl e la sicurezza dei contraccettivi

Come viene calcolato/misurato l’indice di Pearl?

Più l’indice di Pearl è basso, maggiore è la protezione che garantisce un mezzo contraccettivo. Come si ottiene l’indice di Pearl?

Per il calcolo si tengono in considerazione 1200 mesi di utilizzo (100 donne in un anno) di un mezzo contraccettivo. L’indice indica quante di queste 100 donne sono rimaste incinte in un anno pur utilizzando il mezzo contraccettivo.

Allora, per esempio, apprendiamo che con un indice di Pearl pari a 2, due donne su 100 sono rimaste incinte in un anno. Se l’indice di Pearl corrisponde a 0,05, allora in un anno sono rimaste incinte una donna su 2000.

Pearl-Index: Stärken und Schwächen

L’indice di Pearl è un buon punto di riferimento facilmente calcolabile per coloro che preferiscono andare sul sicuro quando scelgono un mezzo contraccettivo, che troveranno più semplice fare un confronto con l’aiuto di questo valore di riferimento.

Tuttavia, è molto importante sapere che l’efficacia di un mezzo contraccettivo dipende sempre dal suo corretto utilizzo. Purtroppo, però, l’indice di Pearl (IP) ha qualche punto debole che ti elencheremo qui di seguito.

L’IP non tiene in considerazione la crescente probabilità di restare incinta nel corso del tempo.
Inoltre, alcune donne hanno rapporti sessuali più frequenti rispetto ad altre.
Anche alcune malattie, come per esempio la gastroenterite, possono diminuire l’efficacia dei mezzi contraccettivi ormonali.
Si aggiungono quindi i problemi già menzionati specifici dei diversi mezzi contraccettivi (link alla pagina di categoria sulla contraccezione). Mentre alcuni sono molto semplici da utilizzare, altri sono più complessi.

Per far fronte a questa problematica è stato ideato il “Life Table Analysis”. Questo prende in considerazione non solo la frequenza dei rapporti sessuali e gli errori di utilizzo individuali, ma fornisce anche un’indicazione sulle donne che non sono rimaste incinte. In tal modo viene fornita una percentuale delle donne protette per singoli mesi.

L’indice di Pearl dovrebbe innanzitutto servire a orientarsi. Non fornisce nessuna informazione sul rischio che si corre di prendere una malattia sessualmente trasmissibile. In base alla propria situazione e a fattori personali è importante consultarsi col proprio ginecologo.

thumbsup thumbsdown - L’indice di Pearl e la sicurezza dei contraccettivi
antibabypille - L’indice di Pearl e la sicurezza dei contraccettivi

L’indice di Pearl con i metodi ormonali

In caso di metodi contraccettivi ormonali come la pillola o il cerotto, innanzitutto bisogna assicurarsi che non si tratti di un metodo a barriera. I metodi ormonali non proteggono dalle malattie sessualmente trasmissibili come l’herpes genitale, la clamidia o l’HIV.

Il metodo contraccettivo più utilizzato dalle donne è la pillola. Il 31% delle donne la prendono e si fidano ciecamente della sua efficacia. L’indice Pearl della pillola oscilla nella maggior parte dei casi tra lo 0,1 e lo 0,9. Questo, in base all’IP, la rende anche uno dei metodi anticoncezionali più sicuri.

Questa sicurezza è però a caro prezzo, poiché a quanto pare l’elenco degli effetti collaterali è infinito. Aumento di peso, cambiamenti d’umore dovuti agli ormoni, sensazione di gonfiore al seno, mal di testa o nausea sono solo alcuni dei molti effetti collaterali possibili.

L’indice di Pearl con i metodi naturali

La pianificazione familiare naturale (PFN) vuole fare a meno degli ormoni o delle sostanze chimiche. Purtroppo, spesso si pensa ancora che i contraccettivi naturali siano estremamente costosi e che non siano sicuri o addirittura che richiedano un intervento chirurgico. Questa supposizione è tuttavia falsa.

Il metodo più sicuro della contraccezione naturale è il metodo sintotermico, su cui si basa anche il computer contraccettivo trackle. Con il cosiddetto perfect use, ossia nessun rapporto vaginale durante il periodo fertile, ha un indice di Pearl pari a 0,4. In caso di rapporto protetto l’indice è 0,6.

Il metodo sintotermico riesce a stabilire quando sei fertile, tenendo conto dei cambiamenti della temperatura basale e del muco cervicale. trackle semplifica questo metodo, lo digitalizza ed elimina le possibilità di errore. trackle viene portato di notte, mentre dormi, e ti registra la temperatura corporea tutta la notte. Quando il mattino seguente ti svegli, trackle invia i dati della temperatura dalla stazione all’app. Per la valutazione trackle necessita anche dei tuoi dati sul muco cervicale. Questo è tutto! In questo modo l’utilizzo del metodo sintotermico è divertente e sicuro.

tracklecatch lila blumen - L’indice di Pearl e la sicurezza dei contraccettivi
frau liegt im bett - L’indice di Pearl e la sicurezza dei contraccettivi

Alternative all’indice di Pearl

Una cosa è chiara: l’indice di Pearl ci può aiutare a scegliere quale contraccettivo usare. Tuttavia, è soggetto a interferenze che influiscono sul risultato. Una dimenticanza, una malattia o l’interazione con altri medicinali possono influire su molti metodi anticoncezionali e di conseguenza pregiudicare la loro efficacia.

Per questo motivo l’indice di Pearl viene integrato con due variabili che lo rendono più sicuro. Per esempio, analizzando le gravidanze indesiderate di 100 donne in un periodo di dodici mesi, l’indice di Pearl può essere suddiviso in sicurezza dell’uso (IP effettivo) e sicurezza del metodo (IP metodico).

La sicurezza dell’uso fornisce informazioni sull’utilizzo tipico e quotidiano di un mezzo contraccettivo. Vengono perciò presi in considerazione anche gli errori nell’utilizzo o per esempio i fattori come la gastroenterite e le dimenticanze nell’assunzione.

Dall’altra parte c’è la sicurezza del metodo. Presuppone un utilizzo del tutto corretto del metodo contraccettivo e fornisce un valore che indica la sicurezza teorica di un metodo contraccettivo.

Se teniamo conto di questi due valori in un contesto globale, possiamo dedurre che più i valori della sicurezza del metodo e dell’uso si avvicinano, più l’indice di Pearl è preciso. Più l’indice di Pearl è basso, più è sicuro il metodo contraccettivo.

Indice di Pearl, un buon punto di riferimento

L’indice di Pearl è un buono strumento per confrontare i metodi contraccettivi e la loro sicurezza. Grazie all’indice di Pearl è possibile orientarsi tra i vari metodi contraccettivi e fare una prima scelta. Tuttavia ricordati sempre che, a prescindere da quale contraccettivo decidi di usare, il metodo è affidabile e sicuro solo se viene utilizzato correttamente. Se hai una qualsiasi domanda sul tema della contraccezione consultati perciò con il ginecologo, fatti spiegare bene per trovare il metodo adatto a te. Se vuoi sapere come utilizzare trackle, scrivici un’email all’indirizzo [email protected], saremo felici di aiutarti.

thumbs up - L’indice di Pearl e la sicurezza dei contraccettivi

Contraccezione senza ormoni con trackle

Grazie al computer contraccettivo trackle puoi usare un contraccettivo semplice, digitale, sicuro e soprattutto senza ormoni. Così sai esattamente quando hai o non hai la possibilità di restare incinta.